Share on facebook
Facebook
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp

Endodonzia

Devitalizzazione denti o Cura Canalare

Devitalizzazione - Cura Canalare - Endodonzia

Cos’è la Devitalizzazione o Cura Canalare

La devitalizzazione, detta anche cura canalare, è un intervento odontoiatrico che consiste nel curare denti compromessi da carie o traumi che hanno leso gravemente la polpa dentale, rimuovendola.

È un’operazione eseguibile solo da dentisti specializzati in endodonzia.

INDICE

  1. Quando è necessario devitalizzare il Dente?
  2. Devitalizzazione o Estrazione Dentale?
  3. Come si Effettua la Devitalizzazione del Dente?
  4. Dopo la Devitalizzazione
  5. La Devitalizzazione Fa Male?
  6. Quali sono i Rischi della Devitalizzazione?
  7. Domande Frequenti
    1. Quanto costa la devitalizzazione di un dente?
    2. Quanto tempo ci vuole per devitalizzare un dente?
    3. Quanto dura il dolore dopo la devitalizzazione di un dente?
    4. Cosa succede a un dente devitalizzato?

Quando è Necessario Devitalizzare il Dente?

La devitalizzazione è necessaria quando una carie diventa molto profonda o un incidente che frattura i vasi sanguigni del dente, provocando forti dolori (pulpite).

Perfino i denti da latte vanno devitalizzati se necessario.

Bisogna prima effettuare un’ortopanoramica (radiografia dentale), che il dentista analizzerà per fornire la migliore terapia consigliata.

Devitalizzazione o Estrazione Dentale?

La devitalizzazione è la soluzione ideale per evitare di estrarre il dente malato:

  • salva il dente;
  • è indolore;
  • cura l’infezione;
  • elimina subito il mal di denti.

In particolare indicata per soggetti relativamente giovani.

Tuttavia, quando la carie è troppo profonda o dei gravi traumi hanno compromesso irrevocabilmente la maggior parte del dente, sarà necessario estrarlo. Sarà comunque il dentista a fornire il piano di cure migliore in base alle esigenze cliniche.

Come si Effettua la Devitalizzazione del Dente?

La cura canalare viene eseguita in 3 step principali:

  • Rimozione della polpa dentale infetta
  • Sostituzione della polpa dentale
  • Ricostruzione del dente

Nella prima fase dell’intervento:

  1. Si esegue l’anestesia locale
  2. Si posiziona la diga di gomma (fazzoletto di lattice per proteggere gli altri denti)
  3. Viene forata la corona del dente
  4. Rimozione della polpa dentale e dei residui batterici dal canale radicolare
  5. Il canale radicolare viene disinfettato
  6. Riempimento del canale radicolare con la guttaperca, una resina naturale utilizzata per assicurarsi il completo isolamento del canale
  7. Il dente viene sigillato con apposita otturazione temporanea
 

Nella seconda fase bisogna ricostruire o incapsulare il dente. Si rimuove l’otturazione temporanea e si procede con il posizionamento di un perno in fibra di carbonio, fibra di vetro o in metallo sul canale del dente per sostenere la ricostruzione del dente.

Infine si ricopre il dente con una capsula per minimizzare il rischio di fratture dentale in futuro.

Bisogna ricordare che un dente devitalizzato è più vulnerabile rispetto ad un dente naturale dotato di polpa dentale.

Idealmente tutto il processo di devitalizzazione dovrebbe essere effettuato in una sola seduta che dura circa 60-90 minuti, per poter completare l’operazione quando il dente è ancora completamente sterile.

Devitalizzazione dente - Cura Canalare

Dopo la Devitalizzazione

Dopo la devitalizzazione bisogna evitare di mangiare alimenti duri o croccanti e si potrebbe avvertire un lieve dolore nelle prime 24-48 ore dall’intervento. Raramente si associa anche gonfiore e senso di allungamento del dente.

Gli effetti sono gestibili tramite analgesici o cura antibiotica.

La Devitalizzazione Fa Male?

In passato, quando veniva eseguita senza anestesia efficace, l’intervento era doloroso.

Grazie al perfezionamento delle tecniche anestesiologiche al giorno d’oggi, la devitalizzazione è completamente indolore. Si può evitare perfino la puntura dell’ago grazie agli spray anestetici.

Una volta terminato l’effetto dell’anestesia, se si prova dolore dopo l’intervento, è possibile gestirlo con semplici analgesici prescritti dal dentista.

Quali Sono i Rischi della Devitalizzazione?

La devitalizzazione dev’essere eseguita solo da medici esperti con specializzazione in endodonzia, la branca odontoiatrica che si occupa della diagnosi e del trattamento di traumi o infezioni della polpa dentale.

Come ogni intervento, seppur ad alto tasso di successo, comporta dei possibili rischi:

  • Perdita del dente in caso di devitalizzazione malriuscita;
  • Danno del dente se si mangiano alimenti croccanti prima della ricostruzione;
  • Ipersensibilità fino a 3 settimane successive all’intervento;
  • Alterazione del colore del dente;
  • Necessità di ricorrere all’estrazione dentale o ritrattamento canalare (ri-devitalizzare il dente) nel caso non sia andata a buon fine presentando una chiusura canalare più corta rispetto alle sue lunghezze.

Per prevenire la necessità di devitalizzare il dente è sufficiente una corretta igiene orale domiciliare ed interventi di igiene orale professionale (Detartrasi o pulizia dei denti) ogni 6-12 mesi.

Domande Frequenti

I costi di una devitalizzazione variano in base a quale dente, quanti canali e se si tratta di una devitalizzazione o di un ritrattamento canalare; il prezzo della devitalizzazione si aggira sui 150-400 euro.

Idealmente una seduta da 60-90 minuti, altrimenti bisogna eseguire l’intervento in 2 sedute separate per devitalizzare e ricostruire il dente.

Il fastidio post-intervento può durare 24-48 ore, si può attenuare con analgesici.

Viene eliminata la parte vitale del dente, asportandone la polpa, i vasi e i nervi, allo scopo di eliminare il forte dolore del paziente.

Risorse e Articoli Correlati

Call Now ButtonRichiedi informazioni
torna su
Apri chat
Prenota visita su whatsapp
Salve, siamo il Centro odontoiatrico Biodental a Roma Centocelle.

Indirizzo: Largo dei Glicini 5
Orari: Lun - Sab | 09:00 - 20:00